Obiettivo


Descrizione

Struttura Organizzatrice
Introduzione
L'ingresso in Europa è un'occasione storica per conoscere la cultura, l'arte e le tradizioni delle città italiane e non. Le amministrazioni locali si sono attivate per promuovere gli scambi culturali, artistici, storici etc. con i cittadini dell'Europa, questo è un primo importantissimo passo per far conoscere in modo sistematico e continuativo le ricchezze del nostro Paese. Un passo, in effetti, che deciderà del flusso turistico, con tutto ciò che esso comporta, per i prossimi decenni. Accanto a città arcinote, come Roma.

Venezia o Firenze, o assai frequentate in quanto meta di pellegrinaggi religiosi, come Padova o San Giovanni Rotondo, esistono migliaia di città, paesi o paesini che meritano di essere conosciuti, apprezzati e visitati.Le amministrazioni di queste realtà locali hanno sicuramente fatto bene e fatto molto, in termini di accoglienza, ma nell'enormità degli eventi promossi in Italia in occasione dell'ingresso in Europa c'è il rischio che i media seguano soprattutto quelli che si terranno nelle grandi città.

Per ovviare a questo rischio e per lanciare un circuito informativo integrato, cui tutti i media italiani e stranieri possano accedere, la World Communication organizza anche quest'anno, presso la Fiera di Roma, il "Salotto giornalistico Europeo", uno spazio accogliente ed attrezzato messo a disposizione di tutti gli amministratori delle Regioni, delle provincie e delle città italiane ed europee.

Obiettivo
  L'obiettivo principale del Salotto Giornalistico del Europeo è quello di far conoscere e di valorizzare tutti gli eventi culturali, turistici o legati alla storia ed alle tradizioni delle regioni e delle città d'Italia.Nel Salotto gli amministratori locali avranno modo d'incontrare i media, di colloquiare con essi ed anche di rilasciare interviste.
Descrizione
  Per fare questo, la World Communication mette a disposizione la sua vastissima rete di contatti con i media nazionali ed esteri, siano essi stampa, radio, televisioni. Gratuitamente assistiti da personale specializzato nel campo della comunicazione, gli esponenti delle amministrazioni locali potranno parlare non solo delle iniziative già realizzate per il 2000, ma anche dei progetti e dei programmi futuri, dando così vasta eco al buon governo delle proprie realtà e promuovendo, anche all'estero, le iniziative più meritevoli di essere conosciute. Nel salotto saranno presentati le testate più importanti a livello nazionale, ma anche testate giornalistiche, radiofoniche e televisive locali, che sono una realtà informativa sempre più seguita, perché maggiormente ancorata al territorio e, quindi, più attenta al contesto. Oltre a mettere a disposizione uno spazio colloquiale" tra gli amministratori locali e giornalisti, il Salotto ospiterà dei dibattiti tra protagonisti nazionali e locali del settore.

Inoltre, darà supporto televisivo e telematico alle iniziative degli ospiti, qualora essi siano sprovvisti di materiale promozionale da mostrare. Per finire, il circuito attivato dalla World Communication per l'occasione, consentirà di arricchire un network informativo non solo verso i media, ma anche verso realtà amministrative e di governo di altri paesi. Si puù così dire che accanto allo spazio fisico del salotto si creerà una vastissima rete internazionale di annunci, programmi, curiosità legati al territorio italiano nelle sue mille peculiarità: ad essa potrà attingere chiunque, dal giornalista estero al cittadino desideroso di conoscere e visitare siti nuovi.
Struttura Organizzatrice
    L'ideazione e l'organizzazione del salotto sono a cura della World Communication, leader della comunicazione istituzionale diffusa in Italia. Grazie alla sua esperienza in questo settore, e grazie alle numerose iniziative già lanciate a livello nazionale ed internazionale, in questa occasione la World Communication mette a disposizione il suo Know how, con lo scopo di farlo conoscere ancora più diffusamente e di farne apprezzare i benefici della comunicazione, così importanti per le amministrazioni locali.

Il Direttore Responsabile Nizar Ramadan